Luparense Football Club | E’ ufficiale, la concessione degli impianti sportivi comunali è a favore dei Lupi
11435
post-template-default,single,single-post,postid-11435,single-format-standard,mmm mega_main_menu-2-0-8,ivan-vc-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.9,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

E’ ufficiale, la concessione degli impianti sportivi comunali è a favore dei Lupi

E’ ufficiale, la concessione degli impianti sportivi comunali è a favore dei Lupi

Ieri pomeriggio alle 17.30, all’interno del Comune di San Martino di Lupari, si è tenuta la conferenza per l’ufficializzazione della concessione delle strutture sportive comunali alla Luparense. La società del patron Stefano Zarattini, grazie ad un’importante offerta, si è assicurata l’utilizzo degli impianti per 5 anni con possibilità di proroga futura e adesso comincerà a pianificare seriamente le strategie future per settore giovanile e prima squadra.

Presente una folta rappresentativa dei ragazzi delle squadre giovanili dei Lupi ai quali, oltre che ad alcune cariche istituzionali, sono stati presentati progetti e ambizioni future per la crescita costante di tutto il movimento calcistico sammartinaro, dai più piccoli ai più grandi.

Il Sindaco Gerry Boratto si è detto molto soddisfatto per l’accordo raggiunto: “Non è mai facile trovare un aggiudicatario, per questo siamo molto contenti di averne trovato uno come Stefano Zarattini, sammartinaro doc che tanto ha fatto per lo sport e tanto sta facendo. Per noi è una soddisfazione doppia, il piano di investimenti proposto è importante e questo connubio continuerà con reciproca soddisfazione per i prossimi 5 anni con possibilità di modifiche future. Quando troviamo società solide, radicate nel territorio locale e con persone che fanno investimenti significativi sullo sport, che ricordo a tutti essere la più grande scuola di vita soprattutto per i giovani, credo che venga raggiunta la quadratura del cerchio. Investiamo pesantemente sul settore giovanile, sia di calcio a 5 che di calcio a 11, è la spina dorsale di tutte le associazioni sportive e con il calcio a 11 riuscirà ad avere un traino importante con la soddisfazione dei sammartinari perché è sempre un grande orgoglio vedere la Luparense ad alti livelli e penso che nessun traguardo sia impossibile per questa società.”

Gli ha fatto eco il presidente Zarattini: “Innanzitutto l’emozione di essere qui oggi (ieri, ndr) è veramente tanta. E’ un momento molto importante per la Luparense perché è una sfida nuova per il futuro e questo è stato fatto per tutto il settore giovanile di calcio a 5 e calcio a 11 e per la prima squadra che potrà allenarsi nelle proprie strutture. Adesso lavoreremo con serietà, impegno e serenità cercando di investire sullo stadio e sulle strutture in modo che le nostre squadre possano giocare in casa propria crescendo tutte insieme. Penso che questo sia uno dei tasselli più importanti per una società, la crescita passa dai propri impianti. Il calcio è una filiera, nel senso che è sì importante la prima squadra ma è altrettanto fondamentale il settore giovanile per far crescere i ragazzi del paese e magari un giorno farli esordire coi grandi. Credo che la scelta di Luca Moro come responsabile dei giovani sia azzeccatissima perché lui conosce benissimo il mondo Luparense avendoci giocato per parecchi anni e sono sicuro che si lavorerà in sintonia. Importantissima sarà la doppia ‘cantera’ dell’11 e del 5, speriamo di formare i nostri futuri talenti in casa e lavoreremo in tal senso. Per quanto riguarda gli obiettivi della prima squadra per la prossima stagione devo dire che l’ambizione è quella di vincere ancora. Tre anni fa eravamo partiti con un progetto triennale per arrivare in Serie D dalla Prima Categoria. Siamo in perfetta tabella di marcia perché abbiamo vinto due campionati consecutivi e manca l’ultimo step, siamo pronti per completare il progetto  prefissato. Stiamo costruendo una buona squadra, il mese di luglio sarà decisivo per completare la rosa e poi a fine luglio partiremo con questa nuova sfida. Sarà un’avventura esaltante, ci confronteremo con squadre importanti, avremo derby in zona e non vedo l’ora di cominciare. Spero che ci ritroveremo qui l’anno prossimo per parlare di un progetto che da triennale sarà diventato quadriennale, ovvero di raggiungere la Serie C in quattro anni.”

 

No Comments

Post A Comment