La Luparense piega anche le resistenze del Maerne: è 3-1 al Gianni Casée

Tre punti in saccoccia, non la migliore prestazione stagionale della Luparense anche per un ottimo Maerne che ha saputo aggredire gli avversari alzando il baricentro. Ma al triplice fischio di Luparense – Maerne (13esima giornata del campionato Promozione) è il 3-1 il risultato che conta e lo stadio Casée si dimostra, ancora una volta, fortino inespugnabile.

Primo tempo

La Luparense, nonostante qualche appoggio di troppo sbagliato, attacca e crea diverse chance da gol: la più limpida al 15′ con Mazzon che in area piccola riceve un pallone basso da Siega, defilato sulla destra, impatta di prima ma Pomiato è reattivo e para clamorosamente. E’ il preludio al gol che arriva cinque minuti dopo con il capitano Riccardo Baggio: calcio d’angolo dalla destra di Mason, pallone pennellato per il colpo di testa di Baggio che spizza quanto basta per buttarla in rete. Prima rete in campionato per il capitano. Tre minuti dopo si affaccia pericolosamente per la prima volta in area il Maerne con la rovesciata di Negro che però è debole e Marcato, uscito dai pali, ha il tempo recuperare. Sul rovesciamento di fronte, Siega parte palla al piede e taglia tutto il campo, poi serve Bellon che crossa al centro, però, nel nulla. Al 28′ ecco il 2-0. E’ ancora l’esterno Bellon nei panni di assistman a vedere con lucidità dal fondo Mason che si è liberato in area, palla per lui che di sinistro raddoppia.

Secondo tempo

La Luparense cala di concentrazione in avvio di ripresa e il Marne ne approfitta immediatamente: al 5′ Valier liberatosi bene al limite, calcia di sinistro debolmente ma tanto angolato per beffare Marcato. I Lupi si scuotono e provano più volte a riportare a +2 il vantaggio. Mason ci prova di destro al 12′ al termine di un’ottima azione, ma Pomiato è reattivo, ma l’estremo difensore non può nulla quattro minuti dopo quando Gusella, sposato sulla destra riceve palla e infilza la rete per la terza volta. La Luparense mantiene il controllo e non concede quasi nulla al Maerne, al 23′ Siega avrebbe l’occasione per il 4-1, ma dopo aver superato il portiere, in precario equilibrio tira, ma esce di poco sulla destra del palo. Al 42′ perfetta diagonale con una scivolata pulita appena in area di rigore di Edoardo Favero, entrato da qualche minuto e al suo esordio con la nuova maglia.

Per lui e per tutti i ragazzi arrivano convinti applausi dagli spalti. E’ l’undicesima vittoria per la Luparense, la settima in casa su sette partite. Sono 35 punti per la capolista che mantiene il vantaggio di quattro lunghezze sull’Arcella. Il Maerne rimane fermo a 16 punti.

Le parole del mister Massimiliano Parteli:

«Non abbiamo fatto una delle nostre migliori partite, non siamo stati cattivi, determinati e concentrati, non tanto per le occasioni, ma per l’atteggiamento, spesso sulle seconde palle, tanti tanti errori di appoggio, molli sopratutto nel secondo tempo. Abbiamo subito gol per la quarta partita consecutiva e se una squadra vuole vincere il campionato non deve avere questi numeri. I ragazzi lo sanno, bene i tre punti anche perché devo riconoscere la bravura degli avversari nel aggredirci alto e ci hanno fatto ragionare di meno, hanno avuto bell’atteggiamento. Noi, però, ci abbiamo messo del nostro per complicarci la vita»

Dello stesso parere è Riccardo Baggio:

«Come ha detto il mister non è stata una delle nostre migliori prestazioni da inizio anno: ogni volta che terminiamo in primo tempo con due o tre reti di vantaggio, nella ripresa entriamo meno carichi. Io da difensore e da capitano voglio fargli capire che non dobbiamo mai mollare mentalmente, perché se siamo concentrati vinciamo con 4-0. Cala l’attenzione e da difensore ci tengo sempre a non subire gol, anche questa è una classifica che personalmente vorrei vincere. Dopo il pareggio contro l’Arcella, ho programmato cinque vittorie su cinque partite per arrivare sereni a Natale. Tre le abbiamo vinte, ora concentriamoci per le altre due»

Tabellino

Luparense – Maerne: 3-1

Gol: 21′ pt. Riccardo Baggio, 28′ pt Mason, 5′ st. Valier, 16′ st. Gusella

LUPARENSE: Marcato, Girdardi, Bellon, Livotto, Baggio Riccardo, Maistrello, Mazzon, Baggio Alberto, Siega, Mason, Gusella. A disposizione: Zorzi, Favero, Zaminato, Agostini, Spadari, Vasic, Ansah. Allenatore: Parteli.

MAERNE 1921: Pomiato, Checchin, Pensa, Toniolo, Bison, Dal Castello, Caberlotto, Parpinello, Pattarello, Negro, Valier. A disposizione: Michielan, Gallo, Morina, Cappellazzo, Cester, Travaglia, De Polo. Allenatore: Tozzato
Ammonizioni: Checchin, Cester,
Note: Nel secondo tempo la Luparense ha cambiato divisa giocando con quella bianca;
Angoli: 6-2;
Arbitro: Cavasin di Castelfranco Veneto. Assistenti: Zanatta, Paggiaro.

Commenta