La Luparense si complica la vita, ma ne esce indenne: vittoria per 4-2 sulla Solesinese

Fa tutto la Luparense nella quarta partita del campionato Promozione, Girone C. Contro la Solesinese i Lupi vincono 4-2, dimostrando carattere e concentrazione, nonostante una giornata poco felice per la retroguardia. Quarto successo su altrettante partite e Luparense che si porta a 12 punti in classifica

Primo tempo

Ancora con la porta inviolata in campionato, la Luparense ci mette otto minuti per subire il primo gol. Amnesia difensiva di Riccardo Baggio che si fa sorprendere da Ghezzo che è lesto a scappare dal fondo sinistro e a servire in mezzo Garavello che indisturbato supera Marcato. La Luparense non si scompone e nonostante qualche scivolata resa dalla prima pioggia stagionale, continua a macinare gioco. Al 23’ arriva il pareggio ed è un guizzo che porta la firma personale di Stefani abile a toccare di punta la palla e a superare sia portiere che difensore usciti per intercettare la sfera. Nonostante la posizione defilata sulla destra, il numero 7 riesce a toccare di mezzo esterno e a firmare il meritato pari.
I padroni di casa potrebbero raddoppiare in più occasioni, ma sia Mason che Vasic, emtrambi serviti da Ansah, impattano male sul più bello. Ma proprio a un soffio dalla fine del primo tempo, arriva il 2-1 che manda il match al riposo: ottima progressione di bellon sulla sinistra, pallone tagliato al centro dove Gusella, con l’istinto da attaccante, riesce ad artigliare il pallone anticipato nell’area piccola il centrale che lo stava marcando.

 

Secondo tempo

Ma la Luparene fa e disfa: nel secondo tempo, su retropassaggio di Riccardo Baggio, Marcato pasticcia consegnando il pallone agli avversari che a porta vuota, con Vetrano, trovano il nuovo pareggio. Mister Parteli grida ai suoi concentrazione e dopo tre minuti, Iorio, scattato da centrocampo in posizione regolare potrebbe anche fare il terzo gol, ma sciupa mettendo la palla sulla sinistra. E’ la scossa che accende lo spirito dei lupi: 60 secondi dopo, Gusella da fuori area cerca il gol della domenica con un tiro a giro delizioso, toccato da Cazzoli (entrato a inizio secondo tempo al posto di Bertazzo) quanto basta per mandarlo sulla traversa. E’ questioni di secondi: Stefani, indemoniato sulla corsia di destra, prende palla e a testa bassa va in progressione, entra in area e subisce il fallo da rigore. Sul dischetto va Mason che è freddo nello spiazzare il portiere. Mason cinque minuti dopo si inventa un tiro al volo in piena area, stupenda coordinazione, ma altrettanto reattivo Cazzoli che nega il quarto gol. Ma la Luparense ne ha di più: Bellon recupara palla su errore di Muzzolon, vince il contrasto, serve Gusella sulla sinistra che supera il suo uomo e dal fondo serve Brotto che, da poco entrato, fissa il punteggio finale sul 4-2.

Le dichiarazioni di mister Massimiliano Parteli:

«Oggi non eravamo lucidissimi mentalmente, ma sono arrivati tre punti importantissimi in una giornata in cui non eravamo totalmente concentrati. E’ stato importante averla portata casa, apprezzo la reazione perché sul 2-2 potevamo subire il terzo gol e si sarebbe messa in salita. Il primo tempo l’abbiamo giocato a ritmi altissimi e temeno un calo nella ripresa. Ci siam fatti due gol da soli il che significa ancora una volta che nel bene o nel male dipende solo da noi. Spero che sia un bel insegnamento: se giochiamo con la testa riusciamo a portare a casa una buona prestazione. Bravi gli avversari a rimanere costantemente in partita, pensando che potevamo fare qualche errore. Abbiamo subito i primi gol in campionato e possiamo dire che ne siamo usciti bene»

Il commento di Andrea Stefani, autore del primo gol e della progressione che ha portato al rigore:

«Ci tenevo a far bene: non è un inizio di stagione facile per me perché mi sono fermato a iniziato preparazione a causa della pubalgia. E’ stato difficile rientrare, ma noi stringiamo i denti, ci sacrifichiamo tutti per un unico obbiettivo. Sul gol Gusella ha visto la mia sovrapossizione e mi ha messo la palla lunga, io ho messo la punta per superare difensore e portiere ed è andata bene»

Tabellino

Luparense – Solesinese: 8’ pt. Garavello (S), 23’ pt. Stefani (L), 44’ pt. Gusella (L) | 10’ st.Vetrano (S), 17’ st. Mason (L), 29’ st. Brotto (L).

Luparense: Marcato, Maistrello, Civiero (38’ st. Fungenzi), Baggio Alberto (34’ st. Stocco), Baggio Riccardo, Ansah (44’ st. Pivato), Stefani, Vasic, Bellon, Bellon, Mason (26’ st. Brotto), Gusella. A disposizione: Zorzi, Livotto, Pivato, Stocco, Siega, Fungenzi, Brotto. Allenatore: Massimiliano Parteli.

Solesinese: Bertazzo (1’ st. Cazzoli), Rossetto (25’ st. Muzzolon), Raule (34’ st. Saorin), Trovo, Zanetti, Nordio, Garavello, Segato, Iorio, Vetrano, Ghezzo. A disposizione: Cazzoli, Muzzolon, Verza, Turra, Saorin, Zerbetto, Ardenti. Allenatore: Paolo Borotto Dalla Vecchia

Arbitro: Luca Barbaro della sezione di Mestre. Assistenti Giovanni Boato e Seydomid Noushehvar

Ammonizioni: Rossetto (S)

Calci d’angolo: 7-2

 

 

 

 

 

Commenta