Luparense Football Club | E sono tre! Un altro colpo ad effetto della Luparense: arriva Di Cesare
12344
post-template-default,single,single-post,postid-12344,single-format-standard,mmm mega_main_menu-2-0-8,ivan-vc-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.9,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

E sono tre! Un altro colpo ad effetto della Luparense: arriva Di Cesare

E sono tre! Un altro colpo ad effetto della Luparense: arriva Di Cesare

La Luparense Fc ufficializza il terzo acquisto della sessione di mercato invernale, e si tratta di un altro “calibro da novanta”.

Il suo curriculum parla chiaro: Lega Pro con l’Ischia, Serie B con l’Albinoleffe, Serie D con il Sondrio con cui ha vinto anche il campionato d’Eccellenza bissando il successo di due anni prima con il Lodi. Stiamo parlando di Enrico Di Cesare, classe ’94, centrocampista eclettico che andrà a rinforzare il reparto dei Lupi di mister Cunico.

«Sono molto felice di essere finalmente arrivato alla Luparense – dichiara Enrico Di Cesare – e dico “finalmente” per un motivo molto preciso: era da diverso tempo che quest’ambiente esercitava un certo fascino su di me. A partire dai traguardi raggiunti con il Calcio a 5, fino all’ambizioso progetto del presidente Stefano Zarattini con il Calcio a 11. Di certo se mi avesse chiamato un’altra squadra della zona o della categoria non avrei accettato immediatamente, come invece ho fatto per arrivare alla Luparense. Conosco bene Marchiori, Fantinato, ho giocato contro il “Condor”e Baido… e poi chi non conosce Rondon, Spadari, Olivera e Beccaro? Sarà sicuramente facile inserirmi in un gruppo così, di cui tutti mi hanno parlato benissimo».

L’ennesimo “botto dicembrino” è stato sotto osservazione per quasi un mese, come ci racconta il ds Eugenio Castellan. «Conosco personalmente la famiglia del ragazzo e soprattutto le doti tecniche di Enrico. La squadra deve prepararsi ad un girone di ritorno ancora più difficile e complicato rispetto a quanto affrontato fino a questo momento».

Il neo direttore sportivo Andrea Maniero accoglie con piena soddisfazione l’arrivo del giocatore ex Sondrio. «Enrico può ricoprire tutti e tre i ruoli a centrocampo, garantendo corsa, sacrificio, dinamismo e tecnica. Caretteristiche che, unite alla sua grande voglia e determinazione, fanno di lui un innesto che si potrà rivelare decisivo per la seconda parte della stagione. Sono andato personalmente a vederlo giocare dal vivo e le potenzialità sono notevoli: adesso però bisogna pensare al campo».

No Comments

Post A Comment