Luparense Football Club | Lupi d’assalto: in casa della Liventina per dare continuità
12552
post-template-default,single,single-post,postid-12552,single-format-standard,mmm mega_main_menu-2-0-8,ivan-vc-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-13.9,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive
 

Lupi d’assalto: in casa della Liventina per dare continuità

Lupi d’assalto: in casa della Liventina per dare continuità

La Luparense domani alle 14.30 farà visita alla Liventina in quel di Motta di Livenza, squadra che naviga in acque abbastanza tranquille a quota 27 punti e che all’andata aveva messo paura alla capolista, salvo poi perdere rovinosamente per 4-2. La vittoria per 2-1 ottenuta al 92′ contro il Mestre ha dato ulteriore entusiasmo al gruppo e alla piazza, con il LiaPiave che adesso insegue a 3 punti dopo la sconfitta casalinga di sei giorni fa. I Lupi sono trascinati dal capitano Raffaele Baido, autore di 12 gol in campionato e capitano di un gruppo, a detta di molti, unico.

Il tecnico Enrico Cunico presenta così la sfida ai trevigiani:

Siamo consapevoli dell’importanza della sfida, veniamo da 3 vittorie consecutive e non vogliamo sicuramente fermarci ora. La nostra è una squadra abituata a fare sempre la partita, anche quando andiamo sotto non molliamo mai. La partita d’andata ne è stato un esempio lampante: Bidogia ci aveva punito quasi subito ma siamo andati a riprenderla con personalità. Contro il Mestre ci siamo abbassati forse un po’ troppo dopo il nostro vantaggio, ma poi abbiamo ripreso in mano il pallino e per fortuna l’abbiamo vinta. Adesso non mi viene da dire che sia stata una vittoria decisiva, ci sono ancora 9 partite da qui alla fine e mantenere la vetta non sarà una passeggiata. Durante questa settimana abbiamo lavorato bene, i ragazzi si rendono conto dell’importanza di una gara che darebbe ulteriore morale se portata a casa. La Liventina è un’avversaria scomoda, hanno buone individualità e devono mettere fieno in cascina per tirarsi definitivamente fuori dalla zona play out, noi comunque andremo lì per imporre il nostro gioco. Il LiaPiave? Non parliamo e non pensiamo ancora allo scontro diretto, prima di quella partita ci saranno altre tre battaglie e faremmo un errore madornale a pensare alla nostra inseguitrice. Testa alla Liventina.”

Il mister di Caldogno dovrà sicuramente fare a meno di Girardi, squalificato per un turno dopo l’ammonizione della settimana scorsa. Out poi il portiere Lovato per un risentimento muscolare e molto probabilmente anche Rondon, colpito duro da Zambon nella sfida contro il Mestre e ancora alle prese con il problema alla spalla che l’aveva costretto ad uscire dal campo. Da valutare Ceccarello, reduce da un attacco febbrile.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.